Riabilitazione del pavimento pelvico

marzo 19th, 2019 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Riabilitazione del pavimento pelvico”

Il pavimento pelvico è una regione muscolare della donna che si trova tra la sinfisi pubica e il coccige, che sostiene uretra, vescica e vagina fino all’apparato ano-rettale.

Pavimento pelvico di cosa si tratta

Per questo motivo è fondamentale per tutta la vita di una donna.

Per molto tempo i tabù culturali e sociali hanno impedito un approfondimento di quella zona del corpo, in quanto fulcro della vita sessuale (ma non solo, poiché si tratta di un’area centrale anche per la defecazione). Tuttavia negli ultimi decenni, la medicina si è interessata maggiormente ai temi di prolassi e incontinenza femminile, oltre ovviamente alle eventuali lacerazioni durante il parto o all’episiotomia.

Ed è qui che acquista importanza la riabilitazione del pavimento pelvico e tutti gli approcci detti “conservativi”, ovvero di prevenzione per evitare interventi chirurgici. Questo vale non solo per i medici, ma anche per i personal trainer e per la stessa donna, che fa pressione su quella parte del corpo con tanti gesti quotidiani (fare esercizi in palestra, alzare la busta della spesa o la propria borsa, tenere in braccio un bambino, ecc.).

La sua importanza non riguarda solo il subentrare della menopausa, ma la sua conoscenza può tornare utile anche per una maggiore consapevolezza dell’aspetto sessuale. Per questo motivo sarebbe fondamentale implementare una efficace campagna di educazione sessuale che trattasse del perineo.

Disfunzioni del pavimento pelvico:i sintomi

Tra i sintomi piĂš diffusi, troviamo:

• La perdita involontaria di urina, gas o feci
• Urgenza incontrollabile di urinare o defecare
• Necessità di urinare con alta frequenza
• Problemi a svuotare completamente la vescica
• Appesantimento vescicale e/o anale
• Dolori durante i rapporti sessuali
• Minore percezione sessuale
• In caso della presenza di questi sintomi, è necessario prendere in considerazione un consulto e, in caso, la riabilitazione. Infatti è consigliata nei seguenti casi: prolasso rettale, uterino o vescicale, post menopausa, post intervento chirurgico (emorroidi, isterectomia, prostatectomia), stipsi o incontinenza fecale e/o urinaria, dolori durante le attività sessuali, post parto, successivamente ad un cesareo o interventi ginecologici, come preparazione per partorire.

Leggi tutto